Il Mosap incontra il Dirigente dell’Ufficio Personale

In data 27/03/2019, una Delegazione del Mosap ha incontrato il Dirigente dell’Ufficio Personale della Questura di Napoli.

Analogamente a quanto già proposto ed ottenuto in altri uffici, come ad esempio all’U.P.G. – S.P.,  il Mosap ha evidenziato la necessità di  considerare l’opportunità, da parte della Direzione, di introdurre presso l’Ufficio del Personale  un apposito  “registro dei VOLONTARI” per l’impiego in servizi esterni di OP, al fine di garantire e rendere ancor più percepibili i principi di trasparenza ed equa rotazione, principi verso i quali, giova precisare, la Dirigenza si è dimostrata molto attenta;  garantendo inoltre  anche per il futuro di esaminare e vagliare, caso per caso, tutte quelle dinamiche lavorative capaci di incidere in termini di  benessere del personale e qualità delle relazioni interpersonali sul lavoro.

Infine, il Dirigente ha assicurato  di valutare la possibilità di attuare iniziative idonee a monitorare e garantire  la  corretta interpretazione ed applicazione degli istituti previsti dall’accordo nazionale quadro di lavoro, in particolare, riguardo agli istituti contrattuali dello “straordinario emergente” ed il campo di applicazione del c.d.  “intervallo di 30 minuti” destinato alla consumazione dei pasti. 

Il tutto nell’interesse dei colleghi.

Carenza moto in dotazione ai Nibbio.

Di seguito riportiamo la nota della Segreteria Mosap di Napoli indirizzata al Signor Questore.


Non serve ricordare quanto sia di fondamentale importanza il lavoro svolto dalle unità operative motomontate dell’U.P.G. S.P. di Napoli. Il loro apporto, specie in una realtà complessa come quella partenopea, è imprescindibile per garantire adeguati standard di sicurezza e prevenzione su tutto il territorio.
Diversi mesi addietro questa O.S. evidenziava delle criticità inerenti al vestiario ed all’equipaggiamento dei Nibbio, avanzando soluzioni e proposte rispetto alle quali si resta oggi ancor più ottimisti circa la loro evoluzione.
Duole, però, adesso, segnalare la carenza ed inefficienza dei “mezzi” in dotazione ai Nibbio, e le condizioni di disagio in cui vertono gli stessi operatori, che in diverse occasioni, a causa di alcuni malfunzionamenti delle loro moto, molte di queste oramai obsolete, si sono visti costretti a dover ricorrere all’ausilio ed all’intervento di un carro attrezzi per poter rientrare in caserma.
A parere di questa O.S., il punto non è solo quello di garantire il regolare servizio istituzionale “ad ogni costo”, ma è importante dotare questi uomini della Polizia di Stato di mezzi più moderni, sopratutto più efficienti: è necessario, in primis, salvaguardare l’incolumità degli stessi poliziotti, considerate anche la sollecitazioni meccaniche a cui questi “veicoli a due ruote” potrebbero essere sottoposti in termini di tenuta e stabilità in caso di interventi di emergenza, vista anche la capillarità della rete stradale, le condizioni del manto e la consistenza del traffico urbano della Citta Metropolitana di Napoli.
Alcune delle moto in uso hanno più di 10 anni, solo 12 di quelle in dotazione risulterebbero di nuova generazione, ovvero circa la metà di quelle utilizzate e che quotidianamente vengono impiegate su strada, senza considerare i mezzi che periodicamente devono essere ricoverati per manutenzione ordinaria, e non solo per quella c.d. “straordinaria”.
Occorre, dunque, che tutti gli attori interessati, nell’ambito delle rispettive competenze, diano un input nelle opportune sedi affinché possano essere avviate al più presto le procedure previste per poter svecchiare e potenziare la dotazione delle unità motomontate dell’U.P.G. S.P di Napoli.
Secondo questa O.S. Mosap la Sezione dei Nibbio rappresenta un patrimonio non solo per la Polizia di Stato, ma per tutti i cittadini napoletani.

Castiello Gioacchino transita al Mosap

CASTIELLO Gioacchino andrà  a rivestire l’incarico di Coordinatore Provinciale quale referente per i Commissariati Distaccati dell’Area Nord di Napoli.

Il neo segretario Mosap  già vanta una lunga esperienza a livello sindacale, sarà perciò un valore aggiunto per il  team di Napoli.

Questo ulteriore innesto dimostra come il Mosap sia divenuto un punto di riferimento per chi ancora è alla ricerca di quei “valori indelebili di autonomia, indipendenza e libertà di opinione”.

IV Reparto Mobile: accesso agli atti (Legge 241/90 e succ. mod.)

Prosegue l’iter di apo essere stata accolta la richiesta del Mosap di poter açcedere ai sensi della Legge 241/1990 al Documento di Valutazione del rischio biologico, quest’oggi presso gli uffici della Direzione del IV Reparto Mobile è stata acquista anche la restante parte della documentazione in formato digitale pari a 151 pagine.

In totale sono stati corrisposti 21,96 Euro in marche da bollo, così come previsto dalle indicazioni fornite dal Ministero di Grazia e Giustizia per i diritti di copia senza certificazione di conformità.

Ulteriori aggiornamenti a breve..

Il Mosap incontra il Dirigente dell’UPG-SP

In data 12/02/2019, la Segreteria Provinciale di Napoli del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia ha incontrato il Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico al fine di rappresentare diverse questioni lavorative segnalate dai colleghi.

In merito alle problematiche inerenti al servizio di lavaggio nonché allo stato delle auto di servizio ed al funzionamento dei dispositivi di equipaggiamento delle stesse, la Dirigenza ha assicurato che, laddove non si possa procedere per motivi tecnici all’assegnazione delle auto ai rispettivi autisti sull’ordine di servizio, avrebbe sensibilizzato il personale preposto alla gestione e manutenzione dei mezzi in dotazione ad innalzare gli attuali  standard di controllo e verifica, al fine di garantire maggiori livelli di efficienza, per scongiurare eventuali problemi e/o malfunzionamenti che potrebbero gravare sui compiti degli autisti rallentando di fatto le operazioni di uscita delle auto di servizio.

Per quanto concerne i criteri adottati per assicurare l’equa rotazione nell’assegnazione del personale dell’UPG – SP nei servizi in sede e  fuori sede,  si è preso atto dell’esistenza presso l’ufficio servizi di un registro (accessibile a tutti i dipendenti) destinato a garantire l’equa rotazione di detto personale. A tal proposito il Mosap ha evidenziato la necessità di porre in essere alcuni accorgimenti al solo fine di rendere ulteriormente percepibile tale equità a tutti i colleghi, come ad esempio attraverso l’annotazione  su di un apposito brogliaccio  delle eventuali indisponibilità espresse, anche telefonicamente, dai colleghi – tra quelli che risultano volontari – ad essere impiegati in un determinato servizio fuori sede.

In merito alle criticità relative agli spazi  e locali destinati alla vigilanza delle persone sottoposte a fermo, si è appreso che sono allo studio diverse soluzioni da parte della Questura, pertanto, sarà anche cura di questa O.S. fornire ulteriori aggiornamenti in tal senso.

Vista la disponibilità manifestata dal Dirigente dell’UPG – SP, il Mosap ritiene che quello di ieri sia stato un incontro proficuo e costruttivo, nell’interesse di tutti i colleghi.

Termini presentazione domande concorsi in atto.

CONCORSO INTERNO, PER TITOLI ED ESAME, PER LA COPERTURA DI 263 POSTI PER VICE ISPETTORE DEL 31 DICEMBRE 2018

– Termine Presentazione Domanda – 30/01/2019


CONCORSO INTERNO, PER TITOLI, PER LA COPERTURA DI 2214 POSTI NELLA QUALIFICA DI VICE SOVRINTENDENTE DEL 27 DICEMBRE 2018

-Termine Presentazione Domanda – 26/01/2019


Immagine.png

Spettacoli Teatrali

Condizioni agevolate per gli iscritti Mosap ed i loro familiari per la fruizione di spettacoli teatrali in diverse strutture di  Napoli e provincia.

Contattare la Segreteria Mosap di Napoli per ulteriori info. al 3668961317 e 3313773117

Direttivo Nazionale Mosap

Oggi, presso il Centro Congressi “Frentani” di Roma, a latere di un importante seminario formativo organizzato dalla Segreteria Nazionale, si è celebrato iI Direttivo Nazionale Mosap.

Non solo una giornata all’insegna della formazione, ma anche un significativo momento di confronto e di crescita.

La Segreteria di Napoli, come sempre, ha risposto presente!

47683624_1577338672365797_1749780379448901632_o

PROCEDURE PER LO SVOLGIMENTO DELLE PROVE, SCRITTA E ORALE, DEL CONCORSO INTERNO 501 V.I.

Di seguito riportiamo la nota del Ministero circa le modalità di svolgimento delle prove, scritte ed orali, del concorso interno per 501 Vice Isp.

In merito alla prova scritta, il questionario sarà composto da 100 quesiti a risposta multipla (5 risposte, di cui una sola è quella esatta) da svolgere in 65 minuti, per ogni risposta corretta verrà attribuito un punteggio di “0,1”, per ogni risposta errata o multipla una penalizzazione di “0,05” e “0” per le risposte omesse […] continua a leggere..

Il Segreterio Generale del Mosap, Fabio Conesta’, in evidenza su OMNIROMA e REPUBBLICA

ARTICOLO SU REPUBBLICA

_________________________________

Omniroma-POLIZIA: MOSAP, SALVINI EVITI CHIUSURA COMMISSARIATI NELLA CAPITALE

(OMNIROMA) Roma, 07 OTT – “Il ministro dell’Interno Matteo Salvini intervenga per evitare la chiusura dei commissariati Sant’Ippolito e San Giovanni nella Capitale, ma siamo preoccupati anche per l’accorpamento di quello di Genzano con Albano”. Lo chiede, si legge in una nota, Fabio Conestà, segretario generale del Movimento sindacale autonomo di Polizia (Mosap), al ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Il piano di razionalizzazione disposto dalla Questura di Roma rischierebbe di abbassare i livelli di sicurezza e di gravare sull’operato dei poliziotti – aggiunge il numero uno del Mosap – dopo il fallimento dei cosiddetti poli aperti h24, con cui è stata prevista diversi anni fa la chiusura di decine di commissariati romani nelle ore notturne”. Per quanto riguarda la sicurezza sui Castelli Romani, il segretario generale del Mosap fa notare: “L’amministrazione comunale di Genzano ha messo a disposizione gratuitamente gli uffici che ospitavano il Giudice di Pace, ma neanche questa soluzione salverebbe il commissariato su cui ricadono anche i comuni di Nemi e Lanuvio. Un accorpamento che va scongiurato, anzi i commissariati dei Castelli Romani necessitano di un vero e proprio potenziamento perché, spesso e volentieri, possono contare solo su tre autoradio in un territorio vasto e complesso. In queste condizioni si intende garantire la sicurezza ad Albano, Genzano e Velletri?”, conclude Conestà.

Rinvio – Pubblicazione bandi relativi ai concorsi interni (la cui pubblicazione era prevista entro il 30 settembre 2018)

Rinvio – Pubblicazione bandi relativi ai concorsi interni, per titoli, per 2214 posti per vice sovrintendente e 614 posti per vice ispettore, ed al concorso interno, per titoli ed esami, per 263 vice ispettori della Polizia di Stato.
La pubblicazione è stata rinviata in attesa dell’imminente emanazione del decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive del riordino […] continua a leggere..

DIARIO PROVA SCRITTA CONCORSO INTERNO 501 POSTI VICE ISP.

Con supplemento straordinario n. 1/47 bis del 20 settembre 2018 è stato pubblicato il diario della prova scritta del concorso interno 501 Vice Ispettori. Le prove si svolgeranno dal 21 al 28 novembre, informazioni sulla sede d’esame e le modalità di convocazione dei candidati saranno comunicate invece il prossimo 9 novembre.

La banca dati dei quiz sarà pubblicata, come da bando, “almeno 30 giorni prima della prova d’esame“, dunque, presumibilmente, entro la terza decade di ottobre.

Avezzano, sfiorato massacro di poliziotti

(immagine in evidenza: marsicalive.it)

Di seguito riportiamo integralmente la nota della Segreteria Provinciale Mosap di Napoli inviata alla Segreteria Nazionale per il successivo inoltro agli organi competenti.


SFIORATO MASSACRO DI POLIZIOTTI

In occasione dell’incontro di calcio Avezzano – Cesena, svoltosi in Avezzano nel pomeriggio odierno, veniva impiegato un contingente del Reparto Mobile di Napoli composto da venti unità. Ebbene, l’impiego di una forza così ridotta lasciava dedurre che la gara calcistica predetta si svolgesse in un clima di tranquillità senza incorrere in particolari inconvenienti di Ordine Pubblico. Deduzione che gli operatori di Polizia impiegati dovevano immediatamente smentire quando si sono trovati al cospetto di un folto numero di tifosi ultras della squadra ospite, circa 500, evidentemente agitati/arrabbiati e quasi tutti armati di catene, bastoni e altri strumenti atti ad offendere. Gli operatori del Reparto Mobile di Napoli, veterani ed esperti in servizi di Ordine Pubblico, avendo percepito il concreto pericolo di imminenti scontri, segnalavano, invano, ai vertici tale incresciosa situazione. Percezione che diventava da lì a poco realtà, infatti, la tifoseria ospite si scatenava contro la tifoseria di casa e, a fronteggiarli, vi erano solo 20 uomini del reparto mobile e altre unità della territoriale non adeguatamente organizzate ed equipaggiate. Durante gli scontri, almeno quattro poliziotti rimanevano feriti e molte auto danneggiate. E’ evidente la pessima gestione di Ordine Pubblico, a monte, dei vertici della questura di L’Aquila a partire dalle informazioni preventive sui tifosi, al filtraggio degli stessi all’arrivo nella cittadina Abruzzese. Come se non bastasse, si ignorava la percezione di pericolo segnalata dagli operatori.

Il Segretario Generale del MOSAP (Movimento Sindacale Autonomo di Polizia) intraprenderà tutte le iniziative necessarie affinché i colleghi non vengano buttati pericolosamente allo sbaraglio in servizi di O.P. ed operino in massima sicurezza.