MOSAP NAPOLI: UN ALTRO ANGELO HA RISCHIATO DI CADERE, FORZA COLLEGA RIPRENDITI PRESTO, SIAMO TUTTI CON TE!

DI SEGUITO RIPORTIAMO IL COMUNICATO DEL 11 MAGGIO REDATTO DAI NOSTRI DIRIGENTI SINDACALI DI NAPOLI IN SEGNO DI  VICINANZA AL  COLLEGA RIMASTO FERITO AD AVERSA.

fonte immagine in evidenza

A pochi giorni dalla morte del poliziotto napoletano Pasquale Apicella, quest’oggi un altro collega – questa volta libero dal servizio – nel tentativo di sventare una rapina presso la BNL di Aversa è stato attinto da colpi di Kalashnikov dai rapinatori, rimanendo gravemente ferito.
Il Mosap vuole esprimere il suo massimo sostegno e la più profonda vicinanza al collega
augurandogli una veloce guarigione, il coraggioso gesto dell’Agente in servizio presso la Polfer incorpora lo spirito che ogni giorno investe gli Uomini e le Donne della Polizia di Stato e tutti gli appartenenti alle Forze dell’Ordine, sempre pronti a intervenire anche fuori dal regolare turno di servizio in situazioni drammatiche come quella odierna.
Nel ribadire ammirazione e commozione per l’ennesimo gesto eroico di stamattina del collega, nonché immensa solidarietà anche per la Guardia Giurata ferita, si vuole esprimere, nel contempo, la grande preoccupazione per la recrudescenza degli eventi delittuosi che potrebbero ancora verificarsi in questa ripresa nella c.d. FASE 2, in un Mezzogiorno già gravato da pesanti questioni sociali che si sommano alle difficili condizioni economiche che imperversano nel Paese.


CASA

MOSAP NAPOLI: Questura di Napoli, richiesta impiego moto d’acqua.

DI SEGUITO RIPORTIAMO INTEGRALMENTE LA RICHIESTA DEL MOSAP DI NAPOLI  DATATA 10 MAGGIO 2020 INDIRIZZATA AL SIGNOR QUESTORE DI NAPOLI E PER CONOSCENZA ALLE RELAZIONI SINDACALI DI ROMA (PER IL TRAMITE DELLA SEGRETERIA NAZIONALE),  RELATIVA ALLA RICHIESTA DI IMPIEGO DELLE MOTO D’ACQUA.

(FONTE IMMAGINE IN EVIDENZA)

virgo sx

Non vi è dubbio che la “Polizia di Stato Italiana” sia annoverata tra i corpi di polizia più moderni e all’avanguardia a livello internazionale, e che , per ovvie ragioni di diritto, le sue funzioni sia istituzionali che operative non possono espletarsi limitatamente alla sola terraferma. Nel “2020” non è possibile anche solo ipotizzare che possano esistere zone franche in alcuni spazi dello Stato Italiano, come nel caso delle acque del golfo di Napoli, verosimilmente una delle aree della Terra in assoluto più in vista e conosciute al Mondo.

In un momento storico come quello attuale è necessario, soprattutto nella fase dei servizi volti al monitoraggio e all’osservanza delle misure di contenimento (covid-19), poter rispondere con dinamicità a ogni situazione in termini operativi, anche in occasione di eventuali assembramenti di persone sulla scogliera del Lungomare Caracciolo (come verificatosi nei giorni scorsi), ove il “mare”, che già di per sé costituisce via di fuga per eccellenza, può rappresentare in questa specifica evenienza, un’ottima via per eludere – allontanandosi anche a nuoto – i controlli di polizia.

Pertanto, in considerazione dell’importante investimento di diversi anni addietro del Ministero mirato al potenziamento del parco delle moto d’acqua, e in virtù del personale altamente qualificato attualmente destinato a ai servizi ordinari presso l’UPG e SP, è pacifico chiedere un maggiore impiego di acquascooter così come avviene puntualmente nelle altre Questure Italiane. Giova ricordare che tali mezzi rappresentano una peculiarità della Polizia di Stato e che, a differenza delle unità navali, anch’esse di fondamentale importanza, le moto d’acqua possono arrivare agevolmente e in sicurezza fino alla battigia grazie al sistema ad idrogetto.
In attesa di cortese riscontro, si inviano Distinti Saluti.virgo dx


CASA

MOSAP NAPOLI: IV REPARTO MOBILE, ACCOLTA L’ISTANZA DI ACCESSO AL DVR – RISCHIO BIOLOGICO COVID 19

A seguito delle rimostranze del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia, in data odierna la Direzione del IV Reparto Mobile, dopo aver compiuto le necessarie e dovute verifiche, ha accolto la richiesta del Mosap di poter accedere ai sensi della Legge 241/90 “in maniera autonoma” al Documento di Valutazione del Rischio Biologico (Covid-19), diritto che in una prima fase del procedimento era stato riconosciuto solo indirettamente mediante il ricorso alla figura dell’RLS (Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza) della Federazione di appartenenza. E’ stato pertanto chiarito che l’accesso a tale documento da parte del  O.S. Mosap come soggetto autonomo non va in nessuno modo a invadere le prerogative attribuite al RLS della Federazione,  figura prevista dal D.Lgs. 81/08.

A prescindere da quelli che saranno gli esiti finali dell’attività posta in essere dal Mosap nell’interesse di tutti colleghi, si vuole esprimere apprezzamento per il “provvedimento all’avanguardia” adottato dal Dirigente del IV Reparto Mobile, il quale, nell’occasione, ha dato dimostrazione di Disponibilità e Apertura a livello Sindacale.


ARTICOLO PRECEDENTE – ATTO DI DIFFIDA


CASA

MOSAP NAPOLI: IV REPARTO MOBILE: ATTO DI DIFFIDA E VALUTAZIONE RICORSO ALLE VIE LEGALI

Ai fini della massima trasparenza dell’attività sin qui svolta si informa che a seguito dell’istanza di acceso agli atti ex L.241/90 presentata dal Mosap in data 13.04.2020, inerente all’adozione delle misure di prevenzione primaria e alla verifica delle dotazioni DPI, il giorno 22.04.2020 veniva comunicata dalla Direzione la nomina del Responsabile del Procedimento (affidata alla seconda carica del IV Reparto Mobile di Napoli) e contestualmente venivano eccepite dalla stessa Dirigenza alcune motivazioni circa la possibilità per il Mosap di poter accedere in maniera autonoma a determinati documenti, quali il DVR (documento valutazione rischio biologico Covid-19)  e DUVRI.

In esito alla medesima comunicazione, in data 24.04.2020  il Mosap a integrazione della prima istanza di accesso (del 13.04.2020), al fine di poter visionare i documenti in parola, adduceva una serie ragioni a suo favore, richiamando una serie di sentenze di diversi Tribunali Amministrativi.

La Direzione a seguito di ciò con una nota del 04.05.2020 – nel fornire una serie di documenti in formato digitale – ribadiva  che la documentazione relativa al DVR non poteva essere visionata autonomamente dal Mosap direttamente attraverso l’istituto dell’Accesso agli atti “L.241/90” (come richiesto),  ma esclusivamente mediante l’iter previsto dalla  “Legge 81/08” (TESTO UNICO SULLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO).

In riscontro a questa ultima nota della Direzione, il Mosap in data odierna (06.05.2020) ha presentato atto formale di diffida al fine di vedere accolta la propria richiesta di accesso anche relativamente a detti atti, annunciando inoltre che in caso di silenzio o di ulteriore risposta da cui si possa evincere de facto un ulteriore diniego si valuterà il ricorso alle vie legali.

Ulteriori Aggiornamenti a breve..


CASA

MOSAP NAPOLI: Giuliano Ciccarelli neo Segretario Provinciale del Mosap.

Sull’onda dell’incessante incremento a livello nazionale, le strutture periferiche del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia continuano ad espandersi su tutto il territorio campano, consolidando sempre di più le loro basi. 

Il Segretario Generale di Napoli Luigi Di Michele e il Segretario Regionale Guido Esposito sono orgogliosi di annunciare la nomina  di Giuliano Ciccarelli a Segretario Provinciale del Mosap.

Il neo Dirigente Provinciale, dopo una lunga esperienza sindacale, ha deciso di rimettersi in gioco sposando il Progetto del Mosap. Un Progetto destinato a crescere e a durare nel tempo, grazie alla fiducia riposta in una nuova classe di dirigenti sindacali, capace di rispondere nell’attuale background in maniera più dinamica ai continui cambiamenti e alle  esigenze dei colleghi. Il carisma e l’energia  di Ciccarelli saranno valori aggiunti per il processo di aggregazione e di crescita del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia nel panorama sindacale partenopeo.

Buon lavoro dal Team Mosap.


CASA

MOSAP NAPOLI: Poliziotto ucciso a Secondigliano. Il Mosap deposita “atto di costituzione parte civile”.

(link immagine in evidenza)

20200427_134346

La Segreteria Nazionale del Mosap ha conferito incarico all’Avv. Prof. Antonello Madeo, al fine di intervenire nel procedimento sin da subito, e costituirsi parte civile nel processo contro chi ha causato la tragica morte del nostro collega in servizio a Secondigliano […] Al sostegno e alla vicinanza alla famiglia di Pasquale Apicella, si associa il segretario provinciale del Mosap di Napoli, Luigi Di Michele […] continua a leggere..


CASA

MOSAP NAPOLI: “ACCESSO AGLI ATTI IV REPARTO MOBILE”. Nominato il Responsabile del Procedimento (leading authority).

A seguito dell’istanza di acceso agli atti presentata dal Mosap in data 13.04.2020,  inerente all’adozione delle misure di prevenzione primaria e alla verifica delle dotazioni DPI, il giorno 22.04.2020 è stato comunicato che sarà affidato alla seconda carica del IV Reparto Mobile di Napoli  il ruolo di leading authority del procedimento.

Il Responsabile del Procedimento,  figura prevista dall’art 5 della Legge 7 agosto 1990, n. 241,  è l’autorità guida dell’iter procedimentale nonché espressione del principio di trasparenza dell’azione amministrativa, pertanto la sua nomina  rappresenta un momento chiave nel corso del procedimento.

Ulteriori Aggiornamenti a breve..


CASA

 

MOSAP NAPOLI: DIFFUSIONE VIDEO IN RETE. CONSULENZA LEGALE GRATUITA

I legali di riferimento del Mosap di Napoli forniscono consulenza gratuita a tutti quei colleghi che, a seguito della diffusione in rete di video che li ritraggono, ritenendo lesi i propri diritti,  vogliano far ricorso sia in sede civile che penale agli ordinari rimedi previsti dalla legge.

Per ulteriori informazioni contattare la Segreteria Provinciale del Mosap.


ARTICOLI PRECEDENTI:


CASA

MOSAP NAPOLI: DIFFUSIONE VIDEO IN RETE, TUTELA LEGALE POLIZIOTTI

Nell’ultimo periodo abbiamo assistito all’aumento del fenomeno di diffusione in rete di numerosi video di colleghi ripresi durante il regolare espletamento di controlli di polizia. Pubblicazione che puntualmente avverrebbe priva di alcun tipo di precauzione e senza che gli  stessi operatori abbiano manifestato espressamente il loro consenso.

Il Mosap di Napoli sta approfondendo accuratamente la questione sotto l’aspetto giuridico, al fine di poter fornire tramite i suoi avvocati di riferimento consulenza legale gratuita a tutti quei colleghi che, ritenendo lesi i propri diritti, vogliano far ricorso sia in sede civile che penale agli ordinari rimedi previsti dalla legge. < turn back


CASA

MOSAP CAMPANIA: ISTITUITA LA SEGRETERIA PROVINCIALE MOSAP DI SALERNO, SARA’ GUIDATA DA ANTONIO MORENO

morAntonio MORENO, elemento di spicco della Segreteria Mosap di Napoli, è stato nominato Segretario Generale Provinciale pro tempore di Salerno.

Il suo carisma e la sua determinazione consentiranno al Mosap di divenire un importante punto di riferimento  e di aggregazione per tutti i colleghi salernitani.

Il neo Segretario da questa mattina già  è lavoro con il suo team, coadiuvato dalla dalla Segreteria Regionale, per contribuire alla crescita del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia in tutto il panorama sindacale campano.

Ad maiora, dalla Segreteria di Napoli e Regionale del Mosap.


CASA

MOSAP NAPOLI: REPARTO MOBILE. Lavoro agile e dispensa dal servizio

Al punto “12” dei dati richiesti con istanza di accesso agli atti presentata in data 13.04.2020 presso il IV Reparto Mobile, il Mosap chiedeva di conoscere quali fossero le disposizioni adottate sino a quel momento dalla Direzione finalizzate alla sospensione di attività non essenziali e all’applicazione delle modalità di lavoro a distanza ai fini precauzionali, in relazione all’esposizione al rischio epidemiologico.

Ebbene,  è stato appreso con piacere che il giorno successivo (14.04.2020)  il Dirigente con proprio decreto dettava le condizioni per dare applicazione dell’istituto della “temporanea dispensa dalla presenza in servizio”. E ancora, in data odierna (17.04.2020) la Dirigenza (sentito anche il pare delle altre OO.SS maggiormente rappresentative) provvedeva con circolare interna a dare attuazione, su base volontaria, anche alle “modalità di lavoro agile” ovvero smart working, predisponendo anche una modulistica ad hoc per il personale interessato.

Per quanto concerne invece il corso del procedimento di accesso agli atti,  ulteriori aggiornamenti saranno comunicati dal Mosap appena la Dirigenza del IV Reparto Mobile avrà nominato il Responsabile del Procedimento de quo.


CASA

MOSAP NAPOLI: REPARTO MOBILE. Lavoro agile e dispensa dal servizio

La Segreteria Provinciale e Regionale Mosap hanno presentato nella giornata di ieri, 13.04.2020, presso il IV Reparto Mobile istanza di accesso agli atti al fine di verificare le quantità  e le caratteristiche dei DPI  nonché l’applicazione delle misure di prevenzione primaria anche nell’ambito dei servizi di riserva in caserma.

Con la stessa nota, tra i vari dati richiesti all’Amministrazione, sopra riportati in misura puramente esemplificativa,   è stato chiesto di conoscere il numero di assenze effettuate ai sensi della Circolare Dipartimentale nr. 333.A/000345  del 07 marzo 2020 come ad es. quelle riconducibili alla situazione emergenziale, di cui all’art 37 del d.P.R. 10 gennaio 1957, n.3 ovvero quali fossero  le  altre misure organizzative precauzionali adottate.

Al riguardo, si è appreso con piacere  che già da questa mattina (14 aprile 2020) la Direzione del IV Reparto Mobile ha disposto con circolare interna l’adozione di misure precauzionali quali la c.d. “dispensa dal servizio”.

Informazioni più dettagliate in merito al predetto istituto saranno fornite a breve.

Per quanto concerne invece il corso del procedimento di accesso agli atti  ulteriori aggiornamenti saranno comunicati dal Mosap appena la Dirigenza del IV Reparto Mobile avrà nominato il Responsabile del Procedimento de quo.


CASA

Buona Pasqua dal Mosap di Napoli

In questo giorno così speciale piangiamo le vittime del nemico invisibile e allo stesso tempo gioiamo per la risurrezione di nostro signore Gesù Cristo.
Mi Auguro e vi auguro con Immenso affetto che questa Santa Pasqua ci porti al più presto alla normalità e soprattutto che sia un un giorno di riflessione  per tutti  noi affinché  intensifichi l’amore verso il prossimo.
Auguri di buona Pasqua a voi e ai vostri cari. 
firma gigi

R.P.C. CAMPANIA: alloggi in stanze singole, accolta la richiesta del Mosap

A seguito di formale richiesta del Mosap di Napoli [vai all’articolo],  il  Dirigente del Reparto Prevenzione Crimine Campania, Dott.ssa Nasti, dando prova di grande sensibilità e disponibilità, si attivava tempestivamente  interessando la Questura di Matera al fine di predisporre sin da subito per il personale aggregato  delle camere singole presso l’albergo convenzionato.



HOME PAGE

MOSAP NAZIONALE: il Mosap propone monumento in Piazza Venezia a Roma per ricordare medici e forze dell’ordine

CORONAVIRUS MOSAP ‘MONUMENTO IN PIAZZA VENEZIA PER RICORDARE MEDICI E FORZE ORDINE’

”L’Italia ancora attonita e sgomenta mentre il Covid-19 sta ancora infuriando e mietendo vittime si stringe a coorte e unita dichiara di voler ricordare solennemente gli eroi- medici infermieri volontari forze dell’ordine che con abnegazione hanno svolto il servizio fino alla estrema conseguenza della perdita della vita insieme alle tante persone assistite un monumento a Roma nel centro di Piazza Venezia costruito sotto il segno del volontariato di artisti imprese associazioni a testimonianza della corale volonta’ e fratellanza di tutto il Popolo Italiano”. E’ la proposta lanciata dal sindacato di Polizia Mosap attraverso il suo segretario generale Fabio Conestà.


HOME PAGE

Seguito – richiesta di avvio al corso di formazione in modalità telematica per tutte procedure concorsuali in atto.

DI SEGUITO RIPORTIAMO INTEGRALMENTE LA NOTA DEL 05.04.2020 DELLA SEGRETERIA PROVINCIALE DI NAPOLI E REGIONALE DEL MOSAP INDIRIZZATA AL DIRETTIVO NAZIONALE PER LA VALUTAZIONE E SUCCESSIVO INOLTRO AL DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA – UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI.


Napoli, 05.04.2020

Oggetto: seguito – richiesta di avvio al corso di formazione in modalità telematica per tutte procedure concorsuali in atto.  Concorsi interni, per titoli ed esami per la copertura di 501 e 263 posti per vice ispettori.

ALLA SEGRETERIA NAZIONALE MOSAP
Segretario Nazionale Fabio Conesta’
= R o m a =

(per la valutazione e successivo inoltro)

AL MINISTERO DELL’INTERNO
Dipartimento della Pubblica Sicurezza
Ufficio per le Relazioni Sindacali
= R o m a =

In merito al concorso “501 Vice Isp.”, si è appreso che è in fase di emanazione un Decreto di ampliamento per circa 370 unità, numero che, giova precisare, è il risultato di diverse autorevoli interpretazioni in esito anche alle diverse riunioni sindacali svoltesi a livello centrale; dato numerico che però, pur non essendo stato confutato dall’Amministrazione, non è ancora stato fornito ufficialmente.

Si chiede pertanto, apertis verbis, di valutare la possibilità di procedere a un ampliamento “totale”, considerato l’esiguo numero dei candidati idonei che rimarrebbero “fuori” in caso di ampliamento “parziale”: circa centosessanta. Una situazione senza alcun precedente in analoghe procedure concorsuali per ispettori, con il rischio di generare un “paradosso normativo” alla luce dello stesso “Correttivo” che, modellato sulle esigenze dettate dalla fase transitoria, avrebbe introdotto in tal senso meccanismi ad hoc che potrebbero consentire  di far fronte a tali evenienze in ambito concorsuale.

Riguardo al concorso “263 Vice Isp.”, atteso che è stata prorogata la sospensione delle attività concorsuali che implicano la movimentazione del personale, quali appunto i “colloqui”, si chiede a fortiori – nelle more delle successive decisioni che l’Amministrazione vorrà adottare – di valutare la possibilità di procedere, onde evitare anche ulteriori ritardi nelle medesime procedure concorsuali, all’immediato avvio al corso di formazione in modalità “E-Learning” di “tutti” i candidati già risultati idonei alla prova scritta. [vedasi nota del 30.03.2020] Le ragioni di tali proposte e i vantaggi che da esse potrebbero scaturire per il buon andamento dell’Amministrazione sono stati già ampiamente evidenziati nei precedenti comunicati del Mosap e hanno sortito un forte interessamento anche da parte di altre OO.SS. in ordine a una massima semplificazione delle procedure concorsuali in essere.

E’ pacifico infine ricordare che molti dei candidati che hanno superato la prova scritta del concorso “263 Vice Isp.” sono già risultati idonei al concorso “501 Vice Isp.” (in attesa di ampliamento) e che molti dei colleghi dei concorsi in questione, oltre a essere “reduci” della complessa procedura concorsuale del “1400 Vice Isp”, sono stati pure i destinatari degli effetti prodotti dal noto provvedimento emanato in autotutela dall’Amministrazione con il quale sono stati aboliti i titoli di cultura nel corso delle procedure in parola. Provvedimento la cui valutazione sotto l’aspetto della legittimità non spetta di certo all’O.S., ma che di fatto ha inciso significativamente in termini di chance, in vista anche della futura reintroduzione di detti titoli i cui effetti futuri restano un’incognita, considerata l’eterogeneità, il protrarsi e il sovrapporsi delle procedure concorsuali.

In attesa di riscontro si inviano Distinti Saluti.

 

IL SEGRETARIO GENERALE PROVINCIALE di Napoli
Luigi Di Michele

IL SEGRETARIO GENERALE REGIONALE – Campania
Guido Esposito

 


HOME PAGE