Richiesta di “lavoro agile” a seguito di avvio della didattica digitale integrata. Il Mosap scrive al Signor Questore.

RIPORTIAMO DI SEGUITO IN FORMA INTEGRALE LA NOTA REDATTA DALLA SEGRETERIA MOSAP DI NAPOLI, INDIRIZZATA AL SIGNOR QUESTORE E, PER CONOSCENZA, ALLA SEGRETERIA NAZIONALE, CON LA QUALE SI CHIEDE LA POSSIBILITÀ DI POTER IMPIEGARE IL PERSONALE CHE NE FACCIA RICHIESTA IN MODALITÀ DI LAVORO AGILE.


La più recente ordinanza della Regione Campania ha previsto sino al 29 gennaio p.v. la sospensione delle attività in presenza dei servizi educativi per l’infanzia e dell’attività scolastica e didattica in presenza della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado.

La prefata ordinanza, allorché emanata in virtù dei dettami della necessità e dell’urgenza, richiede però un rapido adeguamento da parte dell’Amministrazione della P. S., sia a livello centrale, all’uopo la Segreteria Nazionale Mosap legge per conoscenza, che a livello periferico, attraverso un autorevole intervento della S.V. Ill.ma volto a garantire al personale appartenente la possibilità di poter essere impiegato in regime di “lavoro agile”, specie in quei casi dove entrambi i genitori lavorino e, pertanto, risultino impossibilitati a seguire i propri figli nel corso dell’espletamento della didattica digitale integrata.

Viste anche la protrazione dello stato di emergenza e la difficoltà di poter escludere in maniera assoluta l’eventuale proroga dell’ordinanza de qua, si auspica un solerte intervento in linea all’ultima Circolare sul “lavoro agile” emanata dai Ministeri “per la PA” e “del Lavoro e delle Politiche Sociali”, in vigore dal 5 gennaio u.s., nonché alla Circolare in materia dell’Inps diffusa nella giornata di ieri.

L’occasione è gradita per porgere Distinti Saluti.

La SEGRETERIA PROVINCIALE MOSAP


PAGINA INIZIALE