FEDERAZIONE COISP/MOSAP NAPOLI – RIUNIONE CORONAVIRUS

DI SEGUITO RIPORTIAMO INTEGRALMENTE LA NOTA DELLA FEDERAZIONE COISP-MOSAP IN ESITO ALLA RIUNIONE DI OGGI IN MERITO ALL’EMERGENZA SANITARIA IN ATTO.


RIUNIONE-CORONAVIRUS-QUESTURA-DI-NAPOLI-1024x576

Alle 14,00 odierna, presso l’aula Vadalà del Reparto Mobile, si è svolta la riunione in merito all’emergenza del Coronavirus per quel che interessa in particolar modo la Polizia di Stato. L’Amministrazione – cosi come dalla nota del Coisp datata 24 febbraio scorso, con la quale si chiedeva un urgente intervento di sanificazione presso gli uffici di polizia aperti al pubblico e alle autovetture d’Istituto – preliminarmente ha informato le OO.SS. di aver chiesto ed ottenuto dalla Prefettura il capitolo di spesa per poter procedere alle pulizie giornaliere per TUTTI gli Uffici di Polizia Commissariati compresi ( con disinfettante tipo candeggina ) e la sanificazione di alcuni uffici di polizia a rischio di criticità sanitarie, dando priorità a: Immigrazione, Camere di Sicurezza, Denunce, Upg 404, Scientifica…., Gli uffici saranno man mano notiziati per iscritto affinché il personale venga informato della cosa. La sanificazione ( uffici critici di cui sopra ) comporterà per il personale operante in quegli uffici, il non poter entrare in quel luogo per un tempo non inferiore a 2 h, quindi saranno preferite le ore serali e/o i giorni festivi.
Per quanto attiene l’Ufficio Immigrazione, da domani sarà chiuso al pubblico e gli appuntamenti calendarizzati per questo periodo saranno ricalendarizzati a 30 gg dalla data dell’appuntamento. Si sta valutando di mantenere 5-6 persone solo per i richiedenti il primo asilo.
Per quanto attiene la divisione PAS, sarà messa in funzione la saletta protetta dal vetro e solo per ricevere la minima quantità di utenti (solo per le pratiche urgenti e non rinviabili ).
È stata avviata la “sanificazione” di TUTTE le autovetture (circa 1000) ad opera di 3 ditte specializzate di Napoli, Angri ed Ischia per agevolare i posti di polizia ubicati nelle varie aree. Si è ritenuto dover iniziare con il RPCC poiché le autovetture provenivano da servizio svolto in Lombardia.
Sono stati sensibilizzati i dirigenti a valutare (nei limiti del possibile e contemperando con le esigenze di servizio) le varie istanze di congedo (parentale, C.O., ecc) andando incontro alle esigenze dei colleghi.
Inoltre i dirigenti dovranno fare in modo che gli uffici siano quanto meno affollati possibile, INDIVIDUANDO MODULI CORRETTI DI ALTERNANZA, confidando nel buon senso sia dei vari dirigenti che dei colleghi.
È stata previsto che anche l’aggiornamento professionale venga fatto a domicilio.
La Federazione Coisp, dopo aver fatto una premessa che fotografava le difficoltà degli operatori di polizia, in particolar modo quelli maggiormente esposti al rischio di contagio come i colleghi che svolgono il servizio di controllo territorio ( Volante/Nibbio/Como Torino…. ), ha PRETESO e sottolineato l’esigenza di una capillare distribuzione a costoro, dei dispositivi di sicurezza (Kit DPI: mascherine FFP2-3, guanti, tute, da utilizzare solo in caso di effettiva necessità), ha chiesto inoltre di limitare al massimo i posti di controlli prestabiliti dall’amministrazione per evitare eventuali contagi e nel contempo di dare maggiore discrezionalità all’operatore di volante, mirati solo al controllo di persone ritenute sospette; ha chiesto chiare linee guida operative.

L’amministrazione ha colto positivamente le richieste della Federazione […] vai alla fonte dell’articolo


HOME PAGE