MOSAP NAZIONALE: suicidio a Fiumicino[…] il Mosap sporge denuncia di diffamazione […]

MOSAP NAZIONALE: SUICIDIO A FIUMICINO DI UN APPARTENENTE AL CORPO DELLA POLIZIA DI STATO, IL MOSAP SPORGE DENUNCIA DI DIFFAMAZIONE PER COMMENTI APPARSI IN RETE.

“Il MOSAP – Organizzazione Sindacale (ai sensi dell’art. 82 della legge 121/1981) costituita e rappresentata da appartenenti alla Polizia di Stato, alla luce dei principi, anche costituzionali, cui si ispira, compendiati nel proprio Statuto, ha depositato in data odierna – 20 settembre 2019 – una denuncia, a tutela dell’integrità morale, nonché dell’onore e della reputazione della categoria degli appartenenti alla Polizia di Stato – costituenti patrimonio morale del MOSAP – oggetto di diffamazione e denigrazione, perpetrate attraverso la pubblicazione di un commento ad un articolo postato sulla piattaforma online del celebre social network “Facebook”, da parte di ignoti – tale “Sandro Bello”- avente ad oggetto il suicidio, avvenuto in Fiumicino, di un appartenente al Corpo della Polizia di Stato in servizio. Tale tragico evento faceva seguito ad altre due morti premature di appartenenti alle Forze dell’Ordine, occorse nella medesima settimana. Le insinuazioni – neppure troppo velate – del Sig. “Sandro Bello” erano estese all’intero Corpo della Polizia di Stato, circostanza che ha legittimato in tal senso l’intervento del MOSAP, che statutariamente scende in campo per tutelare il proprio patrimonio morale, a difesa degli appartenenti al Corpo, come anche ad es. recentemente nella vicenda relativa al tentato omicidio di Yuri, agente delle volanti ferito a Tor Bella Monaca”.